Privacy Policy
MAURIZIO CASAGRANDE: COSA BOLLE IN PENTOLA?

MAURIZIO CASAGRANDE: COSA BOLLE IN PENTOLA?

Condividi su:

Lui è un personaggio che non ha bisogno di presentazioni. Stiamo parlando di Maurizio Casagrande, attore e regista italiano, ma non solo: comico, musicista e anche amante della buona cucina. A proposito di ciò, assieme alla sua compagna (la bellissima Tiziana De Giacomo), ha ideato su Facebook un format sul food, dove le ricette più saporite del Bel paese, sposano la comicità indiscussa di un grande professionista. Il tutto amalgamandosi in un matrimonio di sapori e risate che ha stuzzicato anche la TV, con degli sviluppi che assaggeremo auspicabilmente in un futuro non proprio lontano. Le ricette che ci propone il simpaticissimo Maurizio, riflettono senz’ombra di dubbio il suo temperamento speziato e saporito, tipico della sua terra. Dopo avervi deliziato quindi con questo antipasto, andiamo a scoprire meglio di cosa si tratta. Mettetevi comodi perché ci sarà da leccarsi i baffi.

Abbiamo visto che sulla tua pagina Facebook fai spesso dirette video di cucina, con ricette ghiotte e accessibili a tutti, ma in chiave divertente ed ironica. Com’è nata l’idea di questo format sulla cucina?

Tutto è cominciato dalla passione per la buona cucina che condivido con la mia compagna Tiziana. Quando invitavamo amici a cena, durante la preparazione delle pietanze, ci capitava spesso di battibeccare e litigare in modo goliardico, provocando l’ilarità dei nostri amici ospiti a cena. Già all’epoca, un pizzico di inventiva, iniziava a frullarmi per la testa. Ma l’idea del format ha incominciato a lievitare concretamente, quando ho maturato la convinzione di voler condividere con i miei amici dei social tutto ciò.

Navigando sul web, ho avuto modo di assaporare tantissimi video culinari proposti in tutte le salse, molti dei quali realizzati anche in modo scadente, insipido e noioso. Quindi mi sono detto: << Qui tutti cucinano e l’unico che non può cucinare sono io? >>. Inoltre i nostri video sono adornati dalla presenza di uno chef che non ha le mani in pasta e non tocca nulla, ma che fa da supervisor. Non a caso, l’idea è proprio quella di giocare sul fatto che non ci sia un vero e proprio cuoco: non c’è la presunzione di dover realizzare ricette da chef stellato, che la gente non possa ricreare a casa propria.

Il format che sforniamo su Facebook invece è rappresentato da ricette semplici ma saporite, per far fronte alle necessità di un pubblico normale, fatto di gente normale e non di esperti. Oltre a deliziare il palato con questi piatti appetitosi e squisiti, offriamo anche delle dritte sui prodotti culinari senza saccenteria, come fossero consigli utili dati da esperti ad amici e conoscenti. E’ giusto precisare che la chiave comica non va a sminuire però il meccanismo preciso di preparazione del piatto e la fedeltà alla ricetta originale, quest’ultima consigliata sapientemente da uno chef esperto, nonostante la preparazione spetta a noi.

“Qui tutti cucinano e l’unico che non può cucinare sono io?”

Nella realizzazione del format, quanto pensi abbia influito la tua indiscussa bravura artistica di attore e regista?

Io faccio la parte di quello che cucina e che rimprovera o viene rimproverato dalla compagna (che sarebbe poi quello che in realtà accade anche a telecamere spente). Il meccanismo che si innesca e la situazione tragicomica che ne deriva, ricordano molto la celebre coppia Sandra e Raimondo Vianello. Noi prepariamo situazioni divertenti, centrifugandole e riversandole in una post produzione fatta da me.

E’ proprio il fatto di intervenire direttamente in prima persona, grazie alla mia passione per il montaggio, a rendere i video unici e divertenti con quel pizzico di stile amatoriale, ma comunque infarciti di qualità professionale. E per me la qualità è importante e ripaga sempre: è finita l’era acerba della sperimentazione del web, oggi anche chi è alle prime armi, deve considerare appetibile il fatto di girare video di qualità.

Ma non è finita qui! Nonostante la qualità del format, condita da professionalità ed esperienza, la ciliegina sulla torta è rappresentata dal fatto che le puntate sono registrate in tempo reale. Una scena intera dura 30-40 minuti, mondando le scene superflue di attesa cottura o scene insipide, sono riuscito a ricreare quell’autenticità raw delle scene reali che vedono i nostri amici quando sono a cena da me, ma con il plus di farlo vedere anche agli amici di Facebook.

“E’ finita l’era della sperimentazione web, i contenuti devono essere di qualità”

“Qui nessuno è chef” è il nome geniale del format: l’hai ideato tu?

Sì, l’ho partorito io e sarebbe una via di mezzo tra la celebre frase in dialetto napoletano “Cà necioun è fess” e la frase più italiana “Qui nessuno è scemo”. Essendo abituato ad impastare le parole per esigenze lavorative, mi è venuto del tutto naturale ideare un titolo che arrivasse diretto allo spettatore, per permettergli di pregustare, ciò che poi si vede nei video. Sicuramente gli inesperti che non masticano bene le parole e che non sono abituati a giocarci su, potrebbero avere delle difficoltà iniziali nell’attribuzione di un nome. Ma con il giusto impegno, ci si può dilettare comunque nella creazione di titoli ammiccanti

Il format è già arrivato alla nona puntata: possiamo sperare di avere la tua compagnia ancora per molto, oppure il progetto vede già un finale?

Quello che avete assaggiato sino ad ora è solo l’antipasto. Per il momento faremo un break per la stagione estiva e dopo aver terminato questo primo piatto… ehm pardon, primo ciclo di riprese, incominceremo con un secondo step, che sarà ancora più succulento e appetitoso in quanto presenterà almeno una novità.

Ti andrebbe di darci un’infarinatura a riguardo?

La prima novità sarà rappresentata dal fatto che a cena inviteremo degli ospiti (famosi e non), che assaggeranno le prelibatezze culinarie che prepareremo e sicuramente non sono esclusi colpi di scena e altre sorprese. Ma non scoperchiamo troppo la pentola!

La tua pagina Facebook è seguita da ben oltre 150 mila persone, sono numeri importanti: che importanza dai ai social networks?

Sono una persona che attribuisce grande importanza e attenzione al pubblico da sempre. Ho incominciato a relazionarmi con i miei fan quando il contatto con il pubblico era ancora tramite la cassetta della posta, poi si è passati allo scambio di email ed ora con i social si interagisce in maniera più diretta ed immediata. Inoltre sono sempre stato attento a spinare le ultime tendenze nell’ambito della comunicazione.

Sarebbe bello che i giovani percepissero il retrogusto di tutto l’iter di sviluppo tecnologico che ha portato ad essere dove siamo oggi a livello di social networks. Infatti è proprio ai millennials che vorrei rivolgermi e dar loro un consiglio: non bisogna mai scegliere superficialmente gli idoli o i “personaggi” da seguire privi di talento o che non abbiano nulla da insegnare. Bisogna sempre selezionare e mondare chi seguire, perché a volte anche il sale può sembrare zucchero ed i cattivi esempi vanno emarginati e non adulati.

“A volte anche il sale può sembrare zucchero”

Qual è il principale target di utenti social che ti seguono?

Ho un pubblico eterogeneo e variegato. Gli utenti che mi seguono rientrano nel range d’età che va dai 30 anni in su e sono rappresentati da gente comune che cucina ed ama imparare a creare ed assaporare nuove ricette gustose e gradevoli. Infatti anche se è vero che nei video le risate sono assicurate, le ricette sono condite da estrema serietà ai fornelli e adornate da una cura nel dettaglio al momento dell’ impiattamento. La cosa interessante è dovuta al fatto che anche il pubblico senior mi segue parecchio: ricordo che in una puntata abbiamo preparato i famosi “Spaghetti alla Gennaro”, piatto preferito di Totò. In quella specifica occasione, ci sono stati tantissimi commenti ed ho ricevuto molti messaggi da gente di età avanzata.

Maurizio Casagrande vestito da chef con Tiziana De Giacomo spalla a spalla

Maurizio Casagrande e Tiziana De Giacomo

Tornando alla tua passione per la buona cucina, cosa mangia tutti i giorni Maurizio? Sei attento nel seguire un’alimentazione sana ed equilibrata?

Certo. Cerco di mangiare il più possibile cibi salutari, infatti consumo una quantità davvero cospicua di frutta, verdura ed ortaggi, soprattutto crudi. Riesco a sgranocchiare i cavoli così come sono crudi, ovviamente se non si è abituati, bisogna incominciare con quantità più esigue e poi man mano aumentare le dosi. Adoro anche mangiare biologico, soprattutto i prodotti della nostra terra, concetto magari forse in contrasto con il trend culinario esterofilo che caratterizza i nostri giorni. Inoltre sono una persona alla quale piace stare attenta a quello che mangia tutti i giorni (in termini di dosi e qualità) e poi una volta ogni tanto, godersi lo strappo alla regola, che fa anche bene alla mente e all’anima. Ma dev’essere l’eccezione e non la regola!

Segui delle diete in particolare?

Non seguo una vera dieta per antonomasia, ma sicuramente cerco di variare il più possibile gli ingredienti ad ogni pasto. Mangio tutto nelle giuste porzioni, senza mai esagerare e seguendo un regime dietetico ipocalorico, per evitare di ingrassare. Per contro, non sarebbe neanche salutare scendere troppo giù con l’ago della bilancia, ritrovandosi sottopeso: conosco gente che pur di rientrare in certe taglie canoniche, fanno una vita d’inferno, perdendosi il gusto della vita. Una persona deve stare bene ed essere equilibrata anche mentalmente e per fare ciò, una “bella mangiata” ogni tanto è sacrosanta.

Chi ti segue può riconoscere il fatto che tu tenga a mantenerti in forma e ad essere sempre impeccabile in ogni occasione: pratichi dello sport o comunque fai attività fisica per cercare di essere sempre fisicamente al top?

Sicuramente non sono un grande sportivo, ma non appena posso, cerco di amalgamare un po’ di cyclette con la passeggiata a passo sostenuto. Amo davvero tanto camminare e credo che questo sia uno degli ingredienti fondamentali per mantenersi in forma.

Per il tuo benessere psicofisico, pratichi dello yoga, cerchi di meditare o ti affacci a qualche terapia naturale in particolare?

Adoro il mare e quindi tutto ciò che concerne la talassoterapia. Infatti quando arriva la bella stagione, sono solito trascorrere del tempo ad Ischia anche per coccolarmi alle terme, dove mi rilasso e godo degli effetti benefici che ne derivano. Anche la musicoterapia ha dei poteri magici per il benessere psicofisico: la musica è il virus più inguaribile che si possa prendere, regala emozioni uniche che solo chi suona può capire. E’ un amante meraviglioso, anche perché non ti tradisce, nè delude mai. E’ la terapia più dolce in assoluto, ma che non provocherà mai diabete in quanto priva di effetti collaterali. Quindi gustatela a volontà!

Più in generale considererei qualsiasi condizione che appaghi la mente, come terapeutica, non a caso la mia filosofia di vita è:

“Quello che appaga la tua mente, non è mai tempo perso, mai!”

Sono convinto che viviamo per quello. Il fulcro di tutto dev’essere il nostro benessere psicofisico, l’arricchimento costante della nostra essenza più intima, della nostra anima. Io stesso infatti, cerco di nutrire questa parte interiore della mia persona e di mantenermi giovane, facendo sempre innumerevoli attività e cercando frequentemente di aderire ad iniziative nuove, che mi facciano stare bene.

Inoltre, durante il processo che ci porta all’autorealizzazione e quindi di conseguenza al nostro obiettivo di vita, trovo sia prezioso godere della cremosità di ogni attimo, di ogni esperienza e dare il giusto valore alle cose. Altrimenti sarebbe come inserire il preziosissimo tartufo bianco in un minestrone di verdura: il sapore pregiato e delicato del tartufo, verrebbe così eclissato da quello ben più prepotente, degli altri ingredienti. Ecco, la vita va vissuta così, cogliendo il giusto valore delle cose ed assaporando i frutti lentamente, per non perderne il sapore autentico.

“Gli ingredienti che scegliamo tutti i giorni, creano la ricetta segreta della nostra vita”

Vorrei farti un’ultima domanda: quali sono i tuoi progetti futuri?

Attualmente faccio parte del cast del cinepanettone “Amici come prima”, con Massimo Boldi e Christian De Sica ed in teatro sono impegnato con una nuova commedia che si chiama “Mostri a parte”, che ci fornisce un occhio ironico e un po’ amaro (ma maggiormente comico) sulla televisione e sul mondo dello spettacolo. Io sono quello che è cresciuto seguendo i mostri sacri, oggi si seguono i mostri solamente.

Eccoci giunti ad assaporare il dolce di questo ricco menù di degustazione che farebbe invidia anche ad uno chef stellato. Le duemila parole dell’articolo, non sono state del tutto sufficienti a tradurre un’intera ora di chiacchierata telefonica con il simpaticissimo Maurizio Casagrande. Sessanta minuti in cui ho potuto assaporare la piccante ma decisa lungimiranza di una persona che realizza i propri sogni, che vive un successo in netta crescita e che ama in maniera incondizionata e corrisposta una compagna che tende a nominare ripetutamente, perché la cucina si sa, è soprattutto amore. La cena è servita, quindi…tutti a tavola!

L’articolo originale lo trovate qui

Condividi su:
CELLULITE: 10 RIMEDI NATURALI PIU’ EFFICACI

CELLULITE: 10 RIMEDI NATURALI PIU’ EFFICACI

Condividi su:

La cellulite rappresenta sicuramente la più grande nemica di noi donne (oltre alla bilancia). Uno stile di vita frenetico, la cattiva nutrizione e la sedentarietà, fanno sì che almeno l’80% delle donne ne soffra. Colpisce sia magre che formose e nessuna ne sembrerebbe essere immune, infatti anche le grandi star mondiali sarebbero state paparazzate con questo fastidiosissimo inestetismo cutaneo. Andiamo ora a scoprire quali sono questi dieci rimedi naturali più efficaci contro la cellulite:

  1. ACQUA
  2. IMPACCHI ANTICELLULITE AL CACAO E CAFFE’
  3. ANANAS
  4. INFUSI E TISANE DRENANTI
  5. FANGHI ANTICELLULITE ALL’ARGILLA VERDE
  6. ALIMENTAZIONE RICCA DI VITAMINE
  7. LIMITA IL SODIO E I CIBI DANNOSI
  8. MASSAGGI ANTICELLULITE
  9. INTEGRATORI NATURALI
  10. ATTIVITA’ FISICA MIRATA

Andiamo ad esplorarli quindi, più nel dettaglio:

1. Acqua

Una delle principali cause della cellulite è sicuramente la ritenzione idrica. L’acqua rappresenta un nostro alleato contro la pelle a buccia d’arancia, in quanto aiuta a depurare l’organismo da tossine e scorie che si creano per ristagno dei liquidi. Si favorisce così sia la diuresi che la circolazione linfatica, riducendo quindi il problema di ritenzione dei liquidi, di cui soffriamo noi donne. Si consiglia di bere almeno 2 litri di acqua al giorno, anche sotto forma di tisane o bevande gustose, purché non siano zuccherate. L’ideale sarebbe bere ogni mattina, a stomaco vuoto, una tazza di acqua tiepida con succo di mezzo limone, in quanto questo rappresenta un ottimo drenante, molto efficace contro la cellulite. Un altro rimedio efficace, sempre legato all’utilizzo di acqua (ma in questo caso per uso esterno) è farsi i bagni in acqua di mare. Quindi la parola chiave è idratazione, sia interna che esterna!

2. Impacchi anticellulite al cacao e caffè

La cellulite può anche essere combattuta con impacchi anticellulite mirati, per uso topico, come quello al cacao e caffè. Devo confessarti che fra tanti rimedi provati personalmente, questo rappresenta quello più efficace, anche se, come tutti i rimedi,  non fa certamente miracoli (per quello ci stiamo attrezzando).

INGREDIENTI E PREPARAZIONE

La preparazione di questo impacco è piuttosto celere e semplice. Ti basterà versare in un bicchiere di acqua tiepida o tè verde:

  • 6 cucchiaini di cacao amaro in polvere
  • 3 cucchiaini di sale grosso
  • 2 fondi di caffè, presi direttamente dalla moka
  • 2 gocce di olio essenziale di rosmarino

Procedi mescolando bene, fino ad ottenere un composto fangoso e liscio.

APPLICAZIONE

Spalma il fango sulle zone critiche delle cosce. Successivamente avvolgi le gambe con una pellicola trasparente e lascia in posa per 30 minuti. Per aumentare l’efficacia del risultato, bisogna ripetere l’impacco con una frequenza di due volte alla settimana. L’azione anticellulitica di questo impacco è dovuta al fatto che, tra gli ingredienti, abbiamo il caffè che contiene caffeina, il cacao amaro che contiene la teobromina e il sale grosso che, usato sulla cute, svolgerà la duplice azione di aiutarci a combattere la ritenzione idrica e fungerà da esfoliante naturale.

3. Ananas

Le proprietà anticellulitiche dell’ananas sono dovute al fatto che questo frutto contiene bromelina, un principio attivo presente soprattutto nel gambo ma anche, seppur in minor misura, nella polpa. Il termine generico di bromelina è associato a due distinti enzimi proteolitici che facilitano la digestione delle proteine. Inoltre le sue proprietà diuretiche, aiutano a combattere la ritenzione idrica e di conseguenza la cellulite. Un’idea davvero gustosa ed estiva potrebbe essere quella di preparare l’ acqua d’ananas: ti basterà tagliare mezzo frutto a cubetti e metterlo in una brocca contenente un litro di acqua. Ti consiglio di preparare il tutto la sera del giorno prima e lasciare riposare in frigo tutta la notte. Per potenziarne gli effetti benefici, bevi l’acqua ottenuta a stomaco vuoto e se ti va, per riciclare i tocchetti di ananas, potresti mangiarli sia così naturali, sia nello yogurt o comunque come preferisci. Non si butta nulla!

4. Infusi e tisane drenanti

Per contrastare la cellulite, abbiamo già detto che l’acqua risulta essere il nostro principale alleato. E allora, perché non assumerla in maniera divertente e potenziata, sotto forma di infusi e tisane? L’assunzione costante di queste bevande, complici le virtù benefiche dei vari estratti vegetali immersi in esse, migliora sia la circolazione sanguigna che il drenaggio dei liquidi in eccesso, riducendo l’aspetto a buccia d’arancia e favorendo l’elasticità cutanea. Un infuso provato personalmente, che mi sento di consigliarti è quello al Ginkgo Biloba. Questo infuso combatte la cellulite in quanto aiuta a migliorare il microcircolo, facendoti sentire le gambe davvero più sgonfie e leggere. Inoltre esplica un’azione drenante proprio sul ristagno dei liquidi, causa principale del gonfiore e pesantezza delle nostre gambe.   Altre tisane altrettanto valide nel combattere la cellulite, sono quelle di betulla, che ha uno spiccato effetto diuretico e quella di vite rossa, che stimola il microcircolo a livello capillare. Inoltre consiglio anche l’assunzione di tè verde, bevuto freddo o caldo: io ad esempio lo preparo sempre con la menta ed è fantastico!

5. Fanghi anticellulite all’argilla verde

gamba con fango anticellulite e pellicola   Un rimedio anti-cellulite da preparare soprattutto in estate, consiste nel ricreare in casa un fango snellente, che stimolerà la circolazione sanguigna e linfatica, favorendo la diuresi. I risultati non tarderanno a manifestarsi e saranno: un’immediata sensazione di leggerezza, gambe piacevolmente sgonfie, toniche, con una pelle purificata, levigata, più elastica e meno a buccia d’arancia.

INGREDIENTI E PREPARAZIONE

La preparazione di questi fanghi è molto semplice, infatti basta mescolare due o tre cucchiai di argilla verde in polvere in una ciotola e versarci dell’acqua (o tè verde) un po’ alla volta. Otterrai un composto cremoso, dalla consistenza perfetta per l’applicazione. Per avere una formulazione ancora più efficace, solitamente aggiungo a questa preparazione base, anche un cucchiaio di olio di cocco. Se non ce l’hai, non preoccuparti, in quanto vanno bene anche altri oli, quali quello di mandorla, l’olio d’oliva, d’avocado, di jojoba, in base a quello che c’è in casa. Inoltre per potenziare ulteriormente l’effetto contro la cellulite, aggiungi al composto due gocce di olio essenziale di rosmarino, il quale stimola il microcircolo. Nel caso tu non abbia questo olio essenziale, vanno bene anche quelli di ginepro, cipresso, pompelmo, salvia, arancia, limone, lavanda o geranio.

APPLICAZIONE

Dopo aver spalmato il fango anticellulite su tutta la zona colpita dall’inestetismo, avvolgilo con della pellicola trasparente, lasciando agire il composto per 30 minuti. Per massimizzare i risultati, magari prima della fatidica prova costume, ripeti le applicazioni di fango per due volte a settimana per un mese circa. Successivamente potrai fare un mantenimento di un’applicazione a settimana per un altro mese. In seguito sospendi il trattamento per almeno un mese, per non assuefare la nostra cute al prodotto, che lo renderebbe invano o comunque meno efficace.

6. Alimentazione ricca di VITAMINE

Si dice che la prima medicina sia costituita dalla nutrizione, la quale è considerata la regina della prevenzione. Un’ alimentazione ricca di frutta e verdura è alla base di uno stile di vita salutare e per la prevenzione di un numero elevatissimo di patologie, quindi non solo contro la cellulite. Gli alimenti che sicuramente ci aiutano, sono quelli che oltre ad apportare al nostro organismo sali minerali importanti come potassio e magnesio, agiscono contrastando la ritenzione idrica e stimolando la circolazione sanguigna. Possiamo fare una distinzione in verdura anticellulite e frutta anticellulite.   La verdura anticellulite è rappresentata da:

  • Finocchi
  • Asparagi
  • Spinaci
  • Barbabietole
  • Carciofi
  • Lattuga
  • Carote
  • Cipolle

Mentre la frutta anticellulite è costituita da:

  • Papaya
  • Arance
  • Pompelmi
  • Limoni
  • Fragole
  • Frutti di bosco
  • Anguria
  • Melone
  • Prugne
  • Pesche
  • Albicocche
  • Ananas (già trattata nel paragrafo 3)

 

7. Limita il SODIO e i CIBI DANNOSI

Cercare di contrastare la cellulite risulterebbe un’attività vana, se non riuscissimo a combatterne le sue cause scatenanti. Una tra queste è sicuramente la cattiva alimentazione ed è davvero importante limitare il sale ed in particolare l’apporto di sodio in esso contenuto (a maggior ragione se soffri di ipertensione). Questo minerale infatti è il principale alleato della ritenzione idrica, che provoca la pelle a buccia d’arancia. Un utile accorgimento è dovuto al fatto che non solo bisogna evitare di salare le pietanze, ma bisogna anche ridurre tutti quei cibi che contengono questo minerale in elevata quantità. Cibi da evitare, sono sicuramente tutti gli insaccati e salumi vari, i formaggi grassi e comunque tutti gli alimenti contenenti molto sodio. Seppur non contenenti sale, bisogna inoltre ridurre nel quotidiano, le fritture, gli alcolici, cibi confezionati ricchi di conservanti, gli alimenti contenenti grassi saturi e molto ricchi di zucchero.

 

8. Massaggi anticellulite

I massaggi anticellulite, eseguiti da personale qualificato, possono rappresentare un concreto aiuto contro la pelle a buccia d’arancia. Questi infatti svolgono un’attività drenante, riattivando la circolazione e riossigenando i tessuti. Per tutte quelle che come me, soffrono di fragilità capillare e quindi non possono sottoporsi a massaggi troppo aggressivi, il massaggio più efficace risulta essere il massaggio linfodrenante. Grazie ad una tecnica superficiale e ad un tocco leggero ma mirato, questo massaggio aiuta a liberare i linfonodi occlusi dai liquidi corporei in eccesso. La linfa stagnante verrà convogliata presso i linfonodi principali, con conseguente eliminazione di tossine e scorie attraverso l’urina. Un massaggio invece più “strong” è rappresentato dal massaggio connettivale. L’utilizzo di una tecnica pressoria più profonda, aiuta a ridurre il processo infiammatorio della cellulite, aumenta la produzione di collagene a livello connettivale e ridona ai tessuti compattezza ed elasticità.

ALTRE TIPOLOGIE DI MASSAGGIO

E’ anche possibile eseguire un automassaggio anticellulite comodamente a casa. Io ad esempio lo effettuo tutte le volte che applico la crema idratante. In questo caso, massaggio la pelle con movimenti circolatori posizionandomi con le gambe rivolte verso l’alto, per facilitarne l’assorbimento e per favorire la circolazione. Anche l’idromassaggio può essere considerato un’alternativa al massaggio tradizionale e comunque se non possiedi una jacuzzi in casa come il 90% della popolazione, non disperare! Io lo effettuo ad esempio, con il soffione della doccia applicando un getto potente di acqua fredda su tutte le gambe e glutei. Solitamente parto dai piedi, in una direzione che va dal basso verso l’alto delle gambe, il tutto con movimenti circolatori. Questa tecnica di idromassaggio, anche grazie alla temperatura fredda dell’acqua è davvero utile per favorire la circolazione periferica e la tonicità dei tessuti.

9. Integratori naturali

Se la tua intenzione è quella di combattere la cellulite a 360°, non possono mancare gli integratori alimentari naturali. Questi sono composti da erbe officinali ed agiscono in modo diverso, in base al tipo di pianta che andiamo ad assumere. Gli integratori a mio avviso più validi, sono quelli composti da una o più delle seguenti erbe:

  • Centella asiatica: attiva il microcircolo liberando i tessuti da tossine e scorie.
  • Vite rossa: protegge i nostri vasi (azione vasoprotettrice) e li rinforza, favorendo la circolazione.
  • Rusco: azione vasoprotettrice.
  • Ippocastano: favorisce la circolazione.
  • Mirtillo: favorisce il microcircolo e possiede spiccate proprietà antiossidanti.
  • Gambo d’ananas: utile per migliorare la resistenza del tessuto connettivo e favorire la diuresi.
  • Verga d’oro: azione diuretica ed antinfiammatoria.
  • Tarassaco: agisce depurando il fegato ed eliminando tossine e scorie stagnanti.

Considerando il fatto che molti integratori anticellulite contengono sostanze che potrebbero fluidificare il sangue è sconsigliato l’utilizzo di questi, da parte di persone in cura con anticoagulanti. In ogni caso, prima di assumere qualsiasi sostanza è buona regola rivolgersi sempre ad un medico fidato e qualificato.

10. Attività fisica mirata

donne giovani che fanno acquagym in piscina   Per combattere la cellulite (e non solo), non si può prescindere dallo svolgere un’attività fisica costante. Praticare movimento ha notevoli benefici, come quello di incrementare il metabolismo e la massa muscolare e di favorire la circolazione. Il risultato sarà tradotto in una perdita di peso, pelle più tonica e meno cellulite! L’attività fisica più indicata è quella aerobica di bassa intensità e di lunga durata. Quali sono quindi, gli esercizi anticellulite più efficaci? Sicuramente quelli che agiscono su cosce e glutei o comunque aiutano a drenare i tessuti. Tra questi troviamo:

  • Nuoto: tonifica, migliora la circolazione e godrai inoltre di un massaggio linfatico anticellulite!
  • Acquagym: apporta gli stessi benefici del nuoto, con effetti ancora più soddisfacenti contro la cellulite.
  • Bicicletta: tonifica e migliora la circolazione sanguigna.
  • Passeggiata: migliora la circolazione e aiuta a drenare i liquidi in eccesso.

Ci sono tuttavia sport che addirittura facilitano l’insorgenza di cellulite o la peggiorano. Tra questi troviamo:

  • Corsa: soprattutto quella ad alta intensità, provoca ritenzione idrica.
  • Sollevamento pesi: può procurare microlacerazioni, perciò bisogna svolgere quest’attività con moderazione.
  • Tennis: può provocare ritenzione idrica, per gli eccessivi scatti e sovraccarico degli arti.

 

Ma cos’è la cellulite?

La cellulite, meglio definita come pannicolopatia edematofibrosclerotica  è un inestetismo del tessuto adiposo. Questo è innescato dal ristagno di liquidi ed in risposta a questo fenomeno, le cellule adipose di cui è fatto il nostro grasso, si gonfiano, provocando la compressione ed eventuale rottura delle fibre di collagene. La conseguenza estetica di questo processo infiammatorio è rappresentata dalla cosiddetta “pelle a buccia d’arancia”.

 Cause della cellulite

 

  • Squilibri ormonali
  • Stress
  • Cattiva alimentazione
  • Vita sedentaria
  • Ritenzione idrica
  • Fragilità capillare
  • Fumo
  • Sovrappeso
  • Predisposizione genetica
  • Stipsi
  • Utilizzo di pillola anticoncezionale

 

Tipi e stadi della cellulite

Quattro immagini di gambe con cellulite diversa

  • 1° STADIO – Cellulite edematosa: Associata spesso a smagliature, frequente in soggetti giovani. Questo tipo di cellulite compare sulla pelle tonica ed è caratterizzato da edema. Le cause principali risiedono nell’affaticamento del sistema venoso e linfatico e nell’infiammazione dei tessuti sottocutanei. Fortunatamente questo tipo di cellulite “precoce” è il più semplice da curare e migliorare.
  • 2° STADIO – Cellulite fibrosa: Più profonda e dolorosa. Questo tipo di cellulite è associato a piccoli noduli percepibili al tatto, che rendono l’aspetto cutaneo delle nostre gambe irregolare e pieno di cuscinetti.
  • 3° STADIO – Cellulite sclerotica molle: In questa fase aumenta il numero delle fibre connettivali e il processo infiammatorio sclerotizzante. Inoltre le cellule adipose si raggruppano in micronoduli conferendo alle gambe un aspetto a buccia d’arancia più visibile.
  • 4° STADIO – Cellulite sclerotica: Questo è lo stadio più avanzato e profondo della cellulite, caratterizzato dalla trasformazione fibrosa del tessuto adiposo. L’aspetto della nostra cute sarà simile a quella di un materasso, con cuscinetti duri e dolenti al tatto. Questo tipo di cellulite è purtroppo irreversibile ed è davvero difficile da curare, tuttavia è possibile migliorare l’aspetto estetico cutaneo delle aree colpite.

 

Consigli personali

In quanto donna (ed ovviamente con la cellulite), comprendo indiscutibilmente il fatto che questo inestetismo cutaneo possa creare notevoli disagi non solo a livello fisico, ma anche estetico e di conseguenza psicologico, rendendo difficile l’accettazione delle proprie condizioni. In merito a ciò, vorrei dirti che non sei sola e che tutte noi siamo belle lo stesso anche con questi “crateri lunari” e che gli uomini… tuttavia… neanche la guardano. D’altronde quello che ci rende davvero belle è l’essere donne e la fiducia che poniamo nella nostra femminilità. #womenpower sempre!

Conclusione

Durante lo sviluppo dell’articolo, ho ricercato e studiato quali fossero i rimedi naturali più efficaci per attenuare la cellulite, anche basandomi su esperienze personali. Nonostante ciò, vorrei essere onesta con te, nel dirti che questi rimedi naturali potrebbero non combattere del tutto la cellulite, soprattutto se è ad uno stadio già avanzato. Tuttavia un miglioramento nell’aspetto della pelle, un’educazione alimentare ed una regolare attività fisica, non potranno che giovare alla tua e nostra salute psicofisica. E questo rappresenta l’obiettivo del mio blog. Se ti è piaciuto questo articolo, lascia un “Mi piace” e condividilo con i tuoi amici! Io ci ho messo davvero tutta me stessa per creare qualcosa che potesse esserti utile e spero che lo sia stato! 🙂 Ps. Iscriviti alla newsletter per non perdere nuovi articoli utili e seguimi sui miei canali social se ti fa piacere, per essere sempre aggiornato su tutte le novità! INSTAGRAM FACEBOOK YOUTUBE TWITTER Avvertenze: le informazioni contenute nell’articolo e in tutto il sito, sono a titolo puramente informativo e non intendono sostituirsi, in nessun modo, a parere medico o di altri specialisti. L’autore declina ogni responsabilità di effetti o di conseguenze risultanti dall’uso di tali informazioni e dalla loro messa in pratica. Prima di intraprendere qualsiasi azione, si consiglia di rivolgersi ad un medico di fiducia qualificato.

Condividi su:
ACQUA DI ROSE: 10 BENEFICI STRAORDINARI PER LA PELLE

ACQUA DI ROSE: 10 BENEFICI STRAORDINARI PER LA PELLE

Condividi su:
L’acqua di Rose, l’elisir di giovinezza per eccellenza, è un estratto naturale che si ottiene dalla distillazione dei petali della rosa (Rosa L., 1753), un fiore dalle mille proprietà benefiche e curative, usato sin dall’antichità e ancora tutt’oggi utilizzato come prodotto di bellezza. È il miglior tonificante cutaneo naturale che conosca e tra le sue innumerevoli proprietà, ce ne sono appunto molte per la pelle. Andiamo quindi a scoprire i benefici che apporta l’acqua di rose al nostro corpo:

1. Previene l’invecchiamento:

Grazie alla sua ricchezza di antiossidanti naturali e grazie alle vitamine C, B ed E, aiuta a mantenere giovane ed elastica la nostra pelle, idratandola naturalmente, riducendo le prime rughe ed ostacolandone la comparsa.

2. Elimina le impurità

Come già accennato nell’introduzione, quest’acqua speciale è un ottimo tonico, in grado di pulire in profondità la pelle, controllando l’eccesso di grasso ed eliminando le cellule morte. Applicatene una quantità esigua su un dischetto di cotone e passatelo sul viso dopo lo struccante: aiuterà a rimuovere gli eventuali residui di trucco, tonificando e rinvigorendo la vostra pelle!

3. Allevia i disturbi agli occhi

Date le note proprietà astringenti è un eccellente collirio naturale, infatti veniva usato molto in Marocco dalle donne e dagli uomini berberi per proteggere o curare gli occhi dalla sabbia del deserto, soprattutto quando tirava molto vento e c’erano le tempeste di sabbia (ancora tutt’oggi è utilizzato per questi scopi e non solo). E’ inoltre un ottimo rimedio contro le borse sotto gli occhi e occhiaia, grazie alle sue proprietà antinfiammatorie. Anche in questo caso si possono prendere due dischetti di cotone impregnati di acqua di rose, adagiandoli ciascuno su un occhio e ci si rilassa per mezz’ora. Dopodichè li rimuoviamo delicatamente e massaggiamo per far penetrare la restante acqua che c’è sul viso: lo sguardo sarà subito più disteso e le occhiaia saranno attenuate visibilmente.

4. Previene e riduce le macchie cutanee

Tutti sappiamo come sia difficile sconfiggere o anche attenuare le fastidiose macchie cutanee, causate principalmente da un’esposizione al sole senza o con poca protezione o in orari nocivi per la salute della pelle. L’acqua di rose, grazie alle vitamine A,C ed E, aiuta a depigmentare le macchie cutanee e a rendere le discromie cutanee meno evidenti, con conseguente uniformità del colorito del nostro viso.

5. Cicatrizza

Grazie alle sue proprietà antibatteriche, l’acqua di rose rappresenta un ottimo rimedio naturale per proteggere dai microbi ed accelerare il processo di guarigione e cicatrizzazione delle ferite.

6. Supporto makeup e fissante trucco naturale

Oltre a fungere da eccezionale tonico dopo lo struccante (come già spiegato nel punto 3), l’acqua alle rose ha svariati utilizzi in cosmesi, durante il processo di makeup: utilizzalo prima del trucco per ammorbidire ed idratare la pelle (per un effetto simil primer soprattutto in estate o per chi ha la pelle grassa); per diluire un fondotinta troppo pastoso, o ancora spruzzane un po’ sul pennello per applicare l’highlighter, vedrai che differenza! E quando avrai finito di truccarti completamente, dai un tocco finale spruzzandone un po’ su tutto il viso. E’ davvero un ottimo fissante per il trucco, completamente naturale, con quel profumo che dà un tocco in più: provare per credere!

7. Migliora la qualità dei capelli

Grazie a tutte le vitamine descritte poc’anzi, questo fantastico tonico è davvero un toccasana per i nostri capelli, in quanto nutre il capello dalla radice, aiutandolo a crescere forte e robusto e ne riduce la caduta. E’ utile applicarlo soprattutto nel periodo autunnale, quando la caduta dei capelli è più accentuata che mai.

8. Rilassa

L’applicazione di questo prodotto miracoloso dalle mille proprietà benefiche, che viene utilizzato molto spesso anche per fare massaggi, riduce lo stress della vita quotidiana e dona un’immediata sensazione di benessere, anche grazie al suo profumo inebriante ma delicato, utilizzato spesso in aromaterapia: ottimo per un momento di benessere olistico mente-corpo-anima.

Dopo un bel massaggio, il viso apparirà notevolmente più disteso e tonico, così come tutto il corpo.

9. Lenitivo per pelli sensibili e doposole efficace

Grazie alle sue proprietà lenitive, questo prodotto è ideale anche per le pelli più sensibili (come la mia), in quanto riduce rossori ed infiammazioni cutenee. In estate,

l’acqua alle rose può essere utilizzata applicandola su tutto il corpo, dopo averla conservata in frigorifero per qualche ora, per lenire i rossori della pelle dovuti all’esposizione al sole, grazie alle sue proprietà emollienti e rinfrescanti. Per potenziarne l’effetto benefico e calmante, miscelatela con dell’aloe vera fresca e cospargetela sia sulle zone arrossate che su tutto il corpo: sentirete che freschezza!

10. Acne

Contro l’acne è una perfetta alleata, grazie alle sue proprietà antibatteriche e in quanto stimolante del turnover delle cellule cutanee. Ecco subito un rimedio molto antico consigliatomi da mia nonna (ebbene sì, anche io ho sofferto di acne anni fa): preparate una miscela semplicemente con un cucchiaio di acqua di rose ed un cucchiaio di succo di limone e applicatela sulle zone maggiormente colpite dall’acne, (il viso deve essere ben pulito prima dell’applicazione). Lasciate agire per dieci minuti e risciacquate. Il succo di limone aiuterà a rimuovere le cellule morte della pelle in modo tale da aprirne i pori e l’acqua di rose stimolerà la crescita di nuova pelle è favorirà la guarigione del tessuto cutaneo.

ORIGINI E CURIOSITA’

L’acqua di Rosa ha origini molto antiche, i primi riferimenti li troviamo addirittura nell’antica Grecia e nell’epoca Romana, dove era usanza l’utilizzo di questo prodotto in rituali religiosi; si narra inoltre che Cleopatra si lavasse gli occhi tre volti al giorno con un composto di acqua di rosa.

Un famoso medico arabo, Avicena (980-1037 d.C.), preparava unguenti a base di questo prodotto sfruttando le sue proprietà antinfiammatorie.

Concludendo va sottolineato come questa oggi sia molto utilizzata anche in cucina; ad esempio in quella iraniana sono presenti numerosi dolci che presentano tra i propri ingredienti preparatori, l’acqua di rose. Nella cucina araba viene utilizzata anche per dare un sapore ulteriore al latte, oltre a trovarla come base di molti cocktails analcolici e altri cibi tipici.

L’acqua di rosa si può trovare in erboristeria, farmacia, parafarmacia e nei negozi online.

GUARDA IL VIDEO SU TUTTE LE PROPRIETA’ BENEFICHE DELL’ACQUA DI ROSE:

(Link al video che sarà su youtube)

Condividi su:
MAL DI GOLA: I MIGLIORI 10 RIMEDI NATURALI

MAL DI GOLA: I MIGLIORI 10 RIMEDI NATURALI

Condividi su:

Con i primi freddi, le giornate incerte d’autunno e i frequenti sbalzi di temperatura è facile avere fastidiosi e noiosi mal di gola, con tutti gli acciacchi consequenziali. Andiamo subito a scoprire e analizzare assieme i migliori 10 rimedi per il mal di gola, rigorosamente naturali, tutti realizzabili facilmente con ingredienti che si possono trovare tranquillamente nella dispensa in cucina o nel negozietto sotto casa:

1. Aceto di mele

Mescolando due cucchiai di questo succo con acqua calda, lasciarla raffreddare e poi fare dei gargarismi ogni 60 minuti.

2. Pepe di Cayenna

Questo particolare condimento piccante si ottiene dal peperoncino di Cayenna. Mescolate un cucchiaino di questa polvere in mezza tazza d’acqua. Ricordarsi di non esagerare con la polvere vista l’eccessiva piccantezza.

3. Rugiada di rose

L’acqua di rose da bere (per uso alimentare, non quella cosmetica), comunemente denominata anche “Rugiada di rose”, oltre agli innumerevoli benefici che ha è anche utile per ridurre il bruciore di gola: basterà farvi dei gargarismi più volte al giorno per sentirsi subito meglio.

4. The allo zenzero e miele

Lo zenzero deve essere fresco e grattugiato affinché abbia effetto. Il rapporto è di 3 cucchiaini di zenzero per una tazza di acqua bollente. Lasciate riposare per circa 5 minuti, aggiungeteci una bustina di tè e un cucchiaino di miele.

5. The Verde

Bevuto tiepido è un vero toccasana per i dolori alla gola, sono consigliati anche dei gargarismi.

6. Bicarbonato di Sodio

Mescolare mezzo cucchiaino di bicarbonato di sodio in una tazza di acqua tiepida con un pizzico di sale e berlo. Questo metodo è consigliato soprattutto per far tornare la voce.

7. Chiodi di garofano

Forse è il metodo meno conosciuto e sicuramente il più curioso, masticare un chiodo di garofano aiuta a rendere più gradevole la deglutizione.

8. Tè all’eucalipto

Questo tè può placare il mal di gola. Si prepara facilmente aggiungendo ad una tazza di acqua bollente, un cucchiaino di foglie di eucalipto fresco, un cucchiaino di miele e del succo di limone per aumentarne le proprietà curative. Inoltre, secondo il Centro Medico dell’Università del Maryland, fare dei gargarismi con questo tè, aumenterebbe il successo dei benefici del rimedio.

9. Menta fresca

Le foglie di questa pianta possiedono il mentolo che è un buon decongestionante e placa il mal di gola. Aggiungendone qualche foglia lavata nel latte caldo è un vero toccasana per la nostra gola infiammata!

10. Tè con miele e limone

La preparazione di questo tè è molto semplice: aggiungere al normale tè che bevete di solito, due cucchiaini di miele e uno di succo di limone e berlo caldo: calmerà il mal di gola.

Condividi su: